giovedì 15 luglio 2010

Dottore Serafico


Sono contento che Massimo Introvigne si sia ricordato che oggi è il dies natalis di San Bonaventura da Bagnoregio.
Non solo, ma Introvigne rimanda al Pontefice, pubblicando qualche intervento di Benedetto XVI. Dice il sociologo: «Si tratta di testi tra i più ricchi e profondi del Magistero di Benedetto XVI, che meritano non solo una lettura rapida ma un vero e proprio studio. In particolare il Papa mostra come San Bonaventura abbia interpretato correttamente la figura di San Francesco d'Assisi e ne abbia salvato la vera eredità, contro interpretazioni ribellistiche e millenariste che portavano all'eresia. Un problema, ricorda Benedetto XVI, molto attuale: “La storia dell’‘utopismo spiritualistico’ - afferma il Papa - si ripete. Sappiamo, infatti, come dopo il Concilio Vaticano II alcuni erano convinti che tutto fosse nuovo, che ci fosse un’altra Chiesa, che la Chiesa pre-conciliare fosse finita e ne avremmo avuta un’altra, totalmente ‘altra”. Un utopismo anarchico...”. »
***
silvio

5 commenti:

Riccardo ha detto...

Utile sottolineare la figura reale di san Francesco. Troppo spesso viene idealizzata anche dai fautori dell'ecumenismo (vedi la sua visita al sultano d'Egitto).

roberto ha detto...

e certo oggi non poteva mancare S. Bonaventura da Bagnoregio.Questa mattina alla S.messa ho pensato a te e ti ho affidato al Santo,e ..alla Madonna ovviamente

silvio ha detto...

San Bonaventura sta facendo miracoli... vedi sopra.

Paolo ha detto...

Mi unisco alle lodi per San Bonaventura. Proprio ieri ho ripreso in mano l'"Itinerario". Vorrei rileggerlo.

Idea della Fede ha detto...

ormai sono tutte memorie "facoltative"... grazie tante. non so è evidente che me ne devo andare in vacanza, ultimamente ho una visione troppo negativa, ma certe "novità" proprio non le capisco... ringraziando il cielo San Bonaventura si è salvato :)