martedì 23 febbraio 2010

È tornato al Padre mio padre, Mario Luciano

«Io sarò molto tranquillo - replicò Archie - e sarò molto franco. Io non amo mio padre. Anzi, a volte mi domando se non lo odio. È la mia vergogna, forse il mio peccato; ma almeno, davanti a Dio, non la mia colpa.

Come potevo amarlo? Non mi ha parlato mai, non mi ha sorriso mai; credo che non mi abbia toccato mai nemmeno.

Aveva paura della morte più che di qualsiasi altra cosa ed è morto come aveva sempre pensato, mentre cadeva la prima neve dell’inverno.»

Robert Louis Balfour Stevenson, Weir of Hermiston


Il titolo esprime il desiderio di una speranza di salvezza eterna per mio padre. O almeno la speranza teologale vuole questo. E cioè quello che la fede promette e che la carità realizza.

Questo brevissimo necrologio non sarà nulla di lacrimevole, ma presenterà alcuni tratti della vita di mio padre, l’atteggiamento suo dinnanzi alla morte, il pericolo nel quale incorrono i reprobi e, infine, la consolazione infinita della grazia misericordiosa. [leggi tutto]

***

silvio

5 commenti:

mic ha detto...

Crazie, carissimo, per questa toccante condivisione piena di fede e di speranza cristiana...
continuiamo a pregare per te e per il tuo papà, uniti nel Signore della Vita

rita ha detto...

Quando è morto mio padre ho sofferto per tutto quello che non eravamo stati capaci di dirci; col padre è difficile, più che con la madre... Ho pregato e prego per lui ogni giorno, sono ormai quindici anni, e nel mio cuore sento che tutto è andato a posto, che il Signore innamorato di ognuno dei suoi figli, ci ha riconciliati. Sono certa che mio padre mi è vicino e mi aspetta. Pregherò anche per tuo padre, caro Silvio. Ti abbraccio!

silvio ha detto...

Grazie Mic e Rita per l'affetto e, soprattutto, per le preghiere.
Un caro abbraccio ad entrambe.

jonathan ha detto...

Grazie, Silvio, per la tua condivisione. E sì, noi crediamo che la forza della preghiera,in particolare per le anime del purgatorio, sia così grande da non poterla misurare, perché tocca il cuore di Dio! Ancora di più se dentro ci mettiamo il nostro perdono, per quel che è stato: il perdono ci risana e raggiunge anche chi è ormai bagnato dalla Verità.
Un abbraccio

silvio ha detto...

Ascolterò queste tue parole, che mi sono di non poca consolazione. Perdono di cuore, per quello che umanamente mi è possibile.
Grazie carissima.
Un abbraccio.