giovedì 24 settembre 2009

Genio dell’intelletto femminile

Il burqua occidentale delle donne è l’industria dell’erotismo. Così come le mussulmane sono costrette a incappucciarsi da una tradizione fanatica e bigotta, così le occidentali sono costrette a spogliarsi in adorazione dell’economia utilitaristica.

Anzi no: non sono costrette. Ci godono, ci sguazzano a rimanere schiave. La maggioranza femminile non si ribella. Le eccezioni sono le gemme razionali del nostro tempo e del tempo passato.

Razionali? Ebbene sì. Se volete saper quanto effettivamente valgano le donne, soprattutto intellettualmente, leggete le Lettere di Abelardo ed Eloisa (BUR). Non solo Abelardo, ma tutta una serie di autori antichi riconoscono il genio dell’intelletto femminile.

La Vulgata (traduzione in latino della Bibbia), ad esempio, non sarebbe mai stata redatta senza la collaborazione tra San Gerolamo e le esegete Paola ed Eustochio. San Gerolamo stesso si sarebbe scompisciato, se avesse saputo di essere considerato l’unico autore della Vulgata, da una civiltà cieca e ottusa.

***

silvio

2 commenti:

mic ha detto...

conosci Christine de Pizan?

silvio ha detto...

No, sento questo nome per la prima volta. Do un’occhiata sul web e mi informo. Grazie per la segnalazione. Se vuoi scrivere qualcosa su di lei, fai pure.