venerdì 30 maggio 2008

Contributo integrativo

A proposito del precedente articolo sull’obbedienza, la collega curatrice del blog Quid est veritas, mi segnala il richiamo all’obbedienza dell'ordine di Sant'Ignazio da parte di Benedetto XVI.
Per approfondimenti: qui e qui.
***
silvio

Educazione ed educatori

Il filosofo Giovanni Reale commenta le parole del Papa, pronunciate all’Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana.
Benedetto XVI, a proposito dell’educazione, aveva detto: «l'attuale emergenza educativa fa crescere la domanda di un’educazione che sia davvero tale: quindi, in concreto, di educatori che sappiano essere testimoni credibili di quelle realtà e di quei valori su cui è possibile costruire sia l’esistenza personale sia progetti di vita comuni e condivisi

Reale, tra l’altro, nota che «per i Greci, nostri maestri, la verità di una filosofia si misurava non nella coerenza delle idee e delle dimostrazioni che il filosofo presentava, ma nella coerenza con la sua vita: se è vero quello che dici io lo verifico nella vita che conduci. A maggior ragione questo vale oggi per i padri, le madri, gli educatori. Le chiacchiere non servono a nulla: del padre e della madre i figli colgono ciò che fanno prima di ciò che dicono, che è, se non secondario, perlomeno conseguente
Riporto l’intera intervista.
***
silvio

giovedì 29 maggio 2008

Obbedienza bis

Ho recuperato l’Istruzione della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica dal titolo “Il Servizio dell'autorità e l'obbedienza”, di cui al precedente articolo.
***
silvio

L’obbedienza è una virtù divina

Non si deve pensare che il Magistero sia indifferente agli errori commessi durante il periodo successivo al Concilio Vaticano II, o non li riconosca.
Tutt’altro. Ma non è facile ripristinare l’ortodossia e la Chiesa non può che esercitare la prudenza. Questa prudenza, che alle volte può essere vista anche come lentezza, può dare l’impressione di un certo disinteresse per la questione. Ma, generalmente, non è così.
Uno dei gravi problemi - e dei più dolorosi - è la gravissima crisi degli Ordini religiosi, in special modo quelli più gloriosi: francescani, domenicani e gesuiti. [leggi tutto]
***
silvio

martedì 27 maggio 2008

Stop alla sudditanza energetica

Finalmente si riparla di energia nucleare.
Dopo il grottesco referendum del 1987 - più truffa che referendum, che vide la bocciatura del nucleare, bloccando l’Italia per un ventennio - forse si capirà che non ci sono tecnologie cattive. Semmai un cattivo uso delle tecnologie.
Si capirà anche, forse, che non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca: non si può avere una decente qualità della vita, senza una qualche forma di inquinamento.
Riporto l’opinione di Antonino Zichichi. Non sono riuscito a recuperare quella di Umberto Veronesi, anch’egli favorevole al nucleare. [leggi tutto]
***
silvio

lunedì 26 maggio 2008

Prolusione del cardinale Angelo Bagnasco

Conferenza Episcopale Italiana
58a ASSEMBLEA GENERALE
Roma, 26-30 maggio 2008

«Venerati e Cari Confratelli,
nel clima ancora vivissimo della solennità del Corpus Domini, autentica festa di popolo, saluto tutti e ciascuno con le parole dell’Apostolo Paolo: “Grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro, e dal Signore Gesù Cristo” (Ef 1,2).
è sempre una grande gioia ritrovarsi in assemblea plenaria. E infatti non ci stupisce che, nel dopo-Concilio, da varie parti si sia dato un effettivo risalto al profilo che identifica questo incontro collegiale come attuazione e sviluppo dell’affectus collegialis, senza mai omettere come esso non sia surrogabile da altri organismi delle stesse Conferenze episcopali (cfr. Direttorio per il ministero episcopale, nn. 28 e 31).» [leggi tutto]
***
silvio

Quello che già si sapeva

Il senso della vita? Semplice: non c’è.
È questo che già si sapeva?
No. Si sapeva già che il programma di Paolo Bonolis, “Il senso della vita” - al pari di quasi tutte le programmazioni televisive - non ha senso alcuno.

La banalità è sempre scontata, noiosa. Bonolis, al termine delle sue fatiche mediatiche, ripete lo stereotipo della modernità: «La vita non ha un senso. Perché non ha un motivo […] E nemmeno la morte, se è per questo. Bisogna prendere atto che si muore. Si muore e basta. È triste ma è così». [leggi tutto]
***
silvio

domenica 25 maggio 2008

Il miracolo di Bolsena e il "Corpus Domini".

Un'integrazione e una precisazione riguardo ai sempre preziosi commenti di Don Lucio.

La festa del “Corpus Domini” era celebrata nella Cristianità occidentale ancora prima del Miracolo di Bolsena. Nella diocesi di Liegi (papa Urbano IV era stato appunto arcidiacono di questa città) la si celebrava già dal 1246, con successiva estensione al territorio della Germania.
Il Miracolo di Bolsena fu l'evento decisivo che spinse papa Urbano IV ad allargare la festività a tutta la Chiesa Cattolica. [leggi tutto]
***
Paolo

sabato 24 maggio 2008

Pensiero della Domenica - 46

A cura del sito “Vie dello Spirito

Corpus Domini - 25/05/2008

La festa del Corpus Domini ha le sue origini dal miracolo di Bolsena. Un sacerdote boemo, di passaggio, nel 1263, andò a celebrare la Messa nella chiesa di Santa Cristina, tormentato, come sempre, dai dubbi intorno alla reale presenza del Corpo del Signore, nell'ostia consacrata.
Al momento della frazione dell'ostia, sotto il suo sguardo esterrefatto, caddero dal calice gocce di sangue sul corporale e sul pavimento.
Fu subito informato il Papa, Urbano IV, che risiedeva ad Orvieto, il quale fece esaminare il prodigio da illustri teologi, quali Tommaso d'Aquino e Bonaventura da Bagnoregio. [leggi tutto]
***
Don Lucio Luzzi

mercoledì 21 maggio 2008

Microsillabo

Non ci siamo. Non è questa l’idea di missione che ci dovrebbe muovere:

«Nei documenti ecclesiali e nelle pratiche missionarie degli ultimi decenni si possono evidenziare due tendenze: quella che concepisce l’evangelizzazione come un “conquistare a Cristo” le altre fedi (un’iniziativa che dovrebbe risolversi con la loro annessione alla chiesa) e quella che vede, invece, la missione nel contesto dell’orizzonte del Regno di Dio e concepisce l’attività missionaria come un continuo dialogo e confronto, che non prevede né vincitori né vinti.
I cristiani - i missionari in particolare - sono oggi chiamati ad accettare la coesistenza di fedi differenti non “di malavoglia”, ma di “buon grado”

© Nigrizia - 30/04/2008

Concordo, piuttosto, con il Papa: «Guai a me se non predicassi il vangelo» (1 Cor 9, 16) [leggi tutto]
***
silvio

martedì 20 maggio 2008

E’ l’ora, speriamo

Non male Famiglia cristiana di questa settimana. Non male davvero.
Alcuni estratti dall’articolo.

«Oggi in Parlamento ci sono i numeri per sgretolare il ‘mito della 194’».
«Ha contribuito all
inverno demografico».
«Non si riesce a trovare una strada per rivedere questa legge: un tabù intoccabile, in un Paese dove si cambia perfino la Costituzione».
«La legge che intendeva far ‘emergere’ l
aborto, in pratica l’ha legalizzato».
***
silvio

lunedì 19 maggio 2008

Conferenza


ALLEANZA CATTOLICA
foedus catholicum
IL '68 QUARANT'ANNI DOPO
La S.V. è inviata alla presentazione del saggio di Enzo Peserico:
GLI ANNI DEL DESIDERIO E DEL PIOMBO
SESSANTOTTO TERRORISMO E RIVOLUZIONE

Giovedì 29 maggio 2008 – ore 21
Circolo della Stampa – Palazzo Ceriana
Torino, Corso Stati Uniti, 27


Ferdinando Leotta - saluto e presentazione

Pierluigi Zoccatelli - dal ‘68 all’ottantotto. Desideri, terrorismo,
tramonto di una politica

Marco Invernizzi - dal ’68 al duemilaotto. La rivoluzione culturale
permanente.

venerdì 16 maggio 2008

Pensiero della Domenica - 45

A cura del sito “Vie dello Spirito

SS. Trinità - 18/05/2008

La Liturgia celebra oggi il più grande mistero della fede, per i credenti. Dio è uno in tre persone uguali e distinte: Padre, Figlio, Spirito Santo.
La mente umana di fronte ai misteri della fede si smarrisce.
Non esiste raziocinio umano che possa scandagliare il Mistero.
Apparso sopra una montagna di Galilea, Gesù risorto disse agli apostoli queste solenni parole: "Andate, battezzate e istruite tutte le genti nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo" (Mt 28,19). [leggi tutto]
***
Don Lucio Luzzi

Viaggio in Cina

Sono stato nel Sichuan (si pronuncia Sezuàn) con mia moglie sette anni fa. Precisamente a Chengdu (Cendù), ospiti del signor Jie Fu e della sua famiglia. Dei simpaticoni. Lontani parenti di mia moglie.
Stanno bene, ora. Il terremoto non ha colpito Chengdu, se non causando qualche crepa.
Come la Toscana sta all’Italia, così il Sichuan sta alla Cina. Terra del broccato, di tempietti seminascosti nelle selve, vi cresce l’ibisco e il fiore di peonia.
Il poeta Du Fu vi declamava i suoi versi, mentre Li Cheng vi dipingeva durante il regno delle Cinque Dinastie.
Un bacio d’amore e una lacrima per la Cina.
***
silvio

giovedì 15 maggio 2008

Terremoto in Cina

«Il mio pensiero va, in questo momento, alle popolazioni del Sichuan e delle Province limitrofe in Cina, duramente colpite dal terremoto, che ha causato gravi perdite in vite umane, numerosissimi dispersi e danni incalcolabili.
Vi invito ad unirvi a me nella fervida preghiera per tutti coloro che hanno perso la vita. Sono spiritualmente vicino alle persone provate da così devastante calamità: per esse imploriamo da Dio sollievo nella sofferenza.
Voglia il Signore concedere sostegno a tutti coloro che sono impegnati nel far fronte alle esigenze immediate del soccorso

Benedetto XVI

Chi volesse avere maggiori informazioni sulla situazione o inviare un sostegno economico, può visitare il sito della Croce Rossa cinese - Red Cross Society of China.
***
silvio

mercoledì 14 maggio 2008

"Ghiaie di Bonate" il film


Sanremo - Il film è stato realizzato dalla Fiori di Sambuco Film di Sanremo, in tre mesi con 50 attori non professionisti
Fabio Corsaro (il primo a sinistra) alla presentazione del film "Ghiaie" - immagine tratta da associazioneitalia.blogspot.com- Nel sito si può leggere anche la trama.
Presentato, in anteprima nazionale, lunedì scorso (21 aprile) a Roma, presso la Casa del Cinema il film, "Ghiaie", la vera storia delle apparizioni della Santa Famiglia ad Adelaide Roncalli nel Maggio del 1944 a Ghiaie di Bonate (Bergamo). Il film è stato realizzato dalla Fiori di Sambuco film di Sanremo, in tre mesi con 50 attori non professionisti.
"Ghiaie" uscirà in ANTEPRIMA NAZIONALE a Bergamo città e provincia il giorno 13 Maggio 2008 (anniversario della prima apparizione della Madonna alle Ghiaie nel maggio 1944). La proiezione sarà ripetuta anche nei giorni 14 e 15 maggio.
Il film sarà in uscita nelle sale di tutta Italia a partire dal 23 maggio
***
roberto

Imprecisioni

Ci sono alcune - come vogliamo chiamarle? - imprecisioni sull’ultima uscita del padre gesuita argentino José Gabriele Funes, direttore della Specola vaticana.
Non trova nulla di strano nel supporre l’esistenza di altre creature viventi, nel cosmo.
Passi.
Non trova nulla di strano nel supporre dell’esistenza di altre creature intelligenti come e più dell’uomo.
Passi.
Risponde affermativamente al cronista che gli domanda se, per caso, «questo non sarebbe un problema per la nostra fede». E rincara: «Questo non contrasta con la nostra fede, perché non possiamo porre limiti alla libertà creatrice di Dio
No, questo va riveduto. E corretto. [leggi tutto]
***
silvio

martedì 13 maggio 2008

Teologia e cultura: terre di confine

Da L’Osservatore romano

Il cardinale vicario di Roma, Camillo Ruini, nel pomeriggio del 12 maggio presenta alla Fiera del Libro di Torino il volume “Rieducarsi al cristianesimo. Il tempo che stiamo vivendo” (Milano, Mondadori, 2008, pagine 102, euro 15).
Il libro raccoglie suoi interventi - tutti risalenti al 2007 - dedicati ai grandi mutamenti del nostro tempo.
Di seguito, uno di essi. [leggi tutto]
***
silvio

lunedì 12 maggio 2008

Malitiam omnis abortus provocati

Continua la ovvia e sacrosanta campagna della Chiesa contro la legge che legalizza l’aborto (in Italia, la 194/78).
E continuerà, spero, martellante. Almeno fino a quando qualche politico pio non si deciderà a modificarla o abrogarla.
Interviene di nuovo il Papa, in occasione dell’Udienza concessa ai membri del Movimento per la vita e, pure, in occasione dei «trent’anni da quando in Italia venne legalizzato l’aborto». [leggi tutto]
***
silvio

sabato 10 maggio 2008

שבועות - Pentecoste - Inizia il mese di Sivan

Shavuot (שבועות) si festeggia, nel rito ebraico, cinquanta giorni dopo Pesach - la Pasqua.
Nella Sacra Scrittura è definita «festa della mietitura».
«Osserverai la festa della mietitura, delle primizie dei tuoi lavori, di ciò che semini nel campo; la festa del raccolto, al termine dell'anno, quando raccoglierai il frutto dei tuoi lavori nei campi.» (Es, 23, 16) [leggi tutto]
***
silvio

Immacolata concezione

A proposito di un precedente articolo, che trattava proprio del dogma mariano, è utile vedere questo Videopensiero a cura di don Lucio Luzzi

©
Vie dello Spirito


venerdì 9 maggio 2008

Pensiero della Domenica - 44

A cura del sito “Vie dello Spirito

Pentecoste: la discesa dello Spirito Santo - 11/05/2008

La Pentecoste era la seconda solennità ebraica, che vuol dire cinquantesimo, perché si celebrava 50 giorni dopo la Pasqua, per ringraziare Dio della raccolta. Facciamo una fugace sintesi del nostro percorso con la Liturgia.
Ricordi il mercoledì 6 Febbraio, le ceneri, quando iniziarono i quaranta giorni di revisione della nostra vita interiore, con impegno alla conversione e arrivammo al 23 Marzo con quel grido di esultanza, Alleluia, perché Cristo aveva sconfitto la morte? [leggi tutto]
***
Don Lucio Luzzi

I cinesi suonano il Requiem di Mozart

Concerto offerto dalla “China Philharmonic Orchestra” e dallo “Shanghai Opera House Chorus” in onore di Benedetto XVI

本笃十六世

各位先生,各位女士,
各位朋友,
一个新的和高水平的音乐盛会让我们又再度在保禄六世礼堂这里见面。
这个音乐盛会为我,及为我们全体,都带来重大的价值和意义:因为这次的音乐会是中国爱乐乐团及上海歌剧院的合唱团为我们举办及演出 […]

Benedetto XVI

Gentili Signori e Signore,
cari amici!
Un nuovo evento musicale di alto livello ci vede ancora raccolti in quest’Aula Paolo VI. Esso riveste per me, e per tutti noi, un elevato valore e significato: è infatti un concerto offerto ed eseguito dall’Orchestra Filarmonica Cinese e dal Coro dell’Opera di Shanghai; [leggi tutto]
***
silvio

L’inaudito e l’inosservato

«Si racconta che un rabbino, mentre era assorto a meditare i libri sacri, riceve la visita improvvisa di un suo discepolo che, raggiante, gli dà un annuncio sbalorditivo: “Il Messia è finalmente arrivato! Il Regno di Dio è veramente cosa sicura!”.
Il rabbino, senza dire parola, va alla finestra, guarda fuori, poi richiude, e torna ai suoi libri facendo con la testa un segno negativo: “Non è vero! Non vedo nulla di cambiato!”
»
mensile “Papa Giovanni” EDB, a.XLII - maggio 2008 - n.5 - p.20

Non ha torto il rabbino: indizio del Regno di Dio è una novità mai vista prima, né mai udita.
E questa novità deve avere il sapore dell’eternità, del peso dei secoli infiniti. Anzi, del secolo dei secoli.
Ogni apostolato è dunque inefficace, se l’apostolo non vive questo secolo inaudito e inosservato. È come addentrarsi in una foresta vergine e ricevere da essa consolazione, al posto della paura.
***
silvio

giovedì 8 maggio 2008

“Comunicazione e Nuovi media”

Ricevo da benecomune.net e pubblico:

I guasti dell'editoria assistita

di Salvatore Sica

«Un recente studio del laboratorio IN.DI.CO. (Informazione - Diritto - Comunicazione) dell’Università di Salerno ha dimostrato, in termini oggettivi ed avendo come riferimento le tre maggiori testate quotidiane italiane, che, mediamente la pubblicità che appare sui giornali sfiora quasi la percentuale di notizie pubblicate, mentre gli annunci commerciali, in alcuni giorni della settimana superano addirittura l’informazione; in altre parole, “subiamo” più pubblicità che notizie!
Il dato, di per sé numerico, va interpretato e valutato criticamente.» [leggi tutto]
***
silvio

martedì 6 maggio 2008

Notre Dame du Laus

Buone notizie per la parrocchia di Međugorje.
O meglio: buone notizie indirette.
Prima infatti bisogna spostare l’attenzione su apparizioni d’altri tempi, occorse ad altra parrocchia, situata in altro luogo.
Parlo dei fatti di
Notre Dame du Laus (Francia) - XVII secolo - per la prima volta riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa come autentici. [leggi tutto]
***
silvio

“L’inferno vuoto”

Da La Civiltà Cattolica (2008 II 132-138)

di padre Giandomenico Mucci sI

«L'uomo non può rinunciare a porsi, almeno una volta nella vita, la domanda sul perché dell'esistenza e a tentare una risposta, per chiarire e giustificare a se stesso il valore dell'esistenza. E’ una esigenza connaturata alla natura pensante dell'uomo.
Sulla grande stampa italiana domina la risposta atea o agnostica. Scrittori e giornalisti, toccando o sfiorando i mille problemi di vario genere legati a quella domanda, suonano, un giorno sì un giorno no, la stessa musica.
Non sarebbe possibile penetrare o eludere l'imperscrutabile decreto del Fato che ha posto l'uomo sulla terra per vivere, soffrire e morire, senza poter sperare in spazi più alti. L'impotenza paralizzerebbe l'uomo quando pretendesse di squarciare il mistero di quel decreto. Unico conforto è la vita stessa nella sua preziosa fragilità e con le cose belle che produce. Roberto Gervaso consiglia anche la lettura di Zenone, Seneca, Marco Aurelio e Montaigne. Figurarsi!» [leggi tutto]
***
silvio

lunedì 5 maggio 2008

Immacolata concezione di Maria

La domanda teologica che, attraverso i secoli, portò alla formulazione del dogma dell’Immacolata concezione della Madre di Dio è la seguente: se Maria è una creatura e se tutte le creature hanno bisogno della redenzione da parte del Cristo, non è forse vero che Maria nacque nel peccato, come tutti noi?
E se - viceversa - non peccò mai, non sembra forse evidente concludere che il Cristo fu il Redentore per tutti gli uomini, tranne che per Lei? [leggi tutto]
***
silvio

domenica 4 maggio 2008

Pensiero della Domenica - 43

A cura del sito “Vie dello Spirito

Ascensione di Gesù al cielo - 04/05/2008

Sono passati quaranta giorni dalla Risurrezione.
Ormai la missine terrena di Gesù si conclude. E’ finito il tempo della incarnazione e deve congedarsi dai suoi amici. [leggi tutto]
***
Don Lucio Luzzi

Benedizione di San Pio da Pietrelcina


venerdì 2 maggio 2008

Trieste ricorda Giovannino Guareschi

Questo che vedete qua a fianco fu un blogger.
Sì, d’accordo, Giovanni Guareschi è noto per la saga di Don Camillo e Peppone.
Ma è da ricordare che i singoli episodi vennero pubblicati a puntate su Candido, settimanale da lui diretto ed edito tra il 1945 e il 1961.
E, diciamolo chiaramente: tra le edizioni del Candido e un blog la differenza sta solo nel supporto (e nella periodicità). [leggi tutto]
***
silvio

In cauda venenum

Ovviamente - sulla sorpresina della Turco, di cui all’articolo precedente - oggi Avvenire c’è andato giù duro.
Riporto di seguito le reazioni, pubblicate dal giornale cattolico. Buona lettura. [leggi tutto]
***
silvio

giovedì 1 maggio 2008

Ultimi velenosi colpi di coda

Sono duri a morire e si svelano per quello che sono, tirano gli ultimi velenosi colpi di coda l'ex ministo e vice ministro, Livia Turco e Visco.
La Turco come regalo ha eliminato i commi che vietavano la diagnosi preimpianto, dopo le recenti sentenze di diversi tribunali e in particolare di quella del Tar Lazio dell'ottobre 2007, modificando le linee guida alla legge 40 del 2004 sulla procreazione medicalmente assistita.
Visco, ha pubblicato per alcune ore on line sul sito dell'agenzia delle entrate, divise per regione, le dichiarazioni di tutti i contribuenti spacciandole come atto di democrazia (sic).
***
roberto